Le 50 aziende che valgono di più al mondo

Sono nella gran parte statunitensi, poche europee e – va da sé – nessuna italiana. Sono le 50 aziende che valgono di più in Borsa nel mondo. La classifica rispecchia l’andamento dell’economia degli ultimi anni, con la tecnologia e l’innovazione digitale che hanno rotto meccanismi lunghi decenni. Basta guarda la top ten, con giovani colossi poco più che ventenni che sono in grado di scalzare dalle posizioni più alte storici marchi della finanza fondati nell’Ottocento o giù di lì.

L’elenco è stilato in base agli indici mondiali di Msci e non ha la pretesa di essere esaustivo: le oscillazioni dei titoli in Borsa, possono far fluttuare le società anche sensibilmente giorno per giorno. I dati riportati rispecchiano la situazione sui mercati del 21 aprile 2021.

Al vertice delle 50 top company globali c’è quindi Apple, seguita da Microsoft e da Amazon. Ai vertici c’è anche la Tesla di Elon Musk che con oltre 670 miliardi di capitalizzazione vale tre volte l’unica altra società dell’automotive presente in classifica: la gloriosa Toyota ferma a 212 miliardi di dollari. In classifica anche molte holding, società che hanno al loro interno più partecipazioni. Sebbene sia esclusa per un soffio Softbank (che sarebbe stata la 51esima), dentro ci sono anche due holding che hanno partecipazioni in Italia, come Tencet (azionista di Satispay) e Berkshire Hathaway che possiede il 9% di Cattolica Assicurazioni.

Per il resto poca Italia. Per rendere l’idea di dove si posizionino le imprese italiane si guardi a un dato emblematico: la capitalizzazione di tutte le società quotate in Borsa a Milano – tutte sommate tra loro – si ferma a 686 miliardi di euro e sarebbero in corsa con Facebook solo per un posto in quinta posizione.

The post Le 50 aziende che valgono di più al mondo appeared first on Wired.